IL QUARTIERE

IL QUARTIERE

Il Villino Rinaldi sorge nel quartiere di Monteverde Vecchio. Affacciato sul sottostante rione Trastevere e separato dal centro storico dal placido scorrere del Tevere è certamente uno dei quartieri più affascinanti ed esclusivi di Roma. Il nostro villino fa parte di un nucleo di edifici costruiti agli inizi del Novecento in stile Liberty, che costituiscono l’elemento architettonicamente più caratteristico del quartiere.

Passeggiando tra le vie di Monteverde Vecchio vi accorgerete che sono molti i personaggi noti che vi hanno abitato e vi abitano: attori, musicisti, politici e artisti delle più varie discipline. Per limitarci a pochi esempi, tra il 1929 e il 1935 vi soggiornò l’artista olandese Maurits Cornelis Escher, mentre negli anni ’50 e ’60, visse e lavorò in questa zona Pier Paolo Pasolini, stabilitosi nello stesso palazzo in cui abitava la famiglia Bertolucci. Le vie del quartiere, inoltre, costituiscono spesso la scena per la realizzazione di diversi film, da “Caro Diario” di Nanni Moretti – che potrebbe capitarvi di incrociare per la strada o in pasticceria – al più recente “Magnifica presenza” di Ferzan Ozpetek (il villino popolato dai fantasmi è a pochi metri dal nostro…).

Diversi sono i luoghi che meritano almeno una visita:

  • Porta San Pancrazio, teatro di una delle più note battaglie del Risorgimento, di cui oggi ospita il museo.
  • Il Belvedere del Gianicolo, favolosa terrazza da cui lo sguardo spazia su Roma a 360°.
  • Villa Pamphili, il più grande parco pubblico di Roma, originato dalla fusione di diverse vigne nel Seicento ad opera della nobile famiglia Doria Pamphili, dove è notevole l’edificio principale: il casino seicentesco progettato dall’architetto Alessandro Algardi.
  • La piccola Villa Sciarra, adorna delle belle statue di arenaria che gli ultimi proprietari, i coniugi americani George Wurts ed Henriette Tower, trasferirono qui dal castello visconteo di Brignano d’Adda. Questa villa è la meta preferita per le passeggiate dei più piccoli, piena di fascino e un po’ misteriosa, con la sua aria decadente di fine Ottocento.

La vita di Monteverde Vecchio è oggi animata dalle iniziative delle tante istituzioni culturali che hanno stabilito qui la loro sede: le Accademie Americana, Norvegese e Finlandese e l’Istituto di Studi Germanici.

In estate il quartiere è reso ancor più vivace da spettacoli serali all’aperto: teatro, cabaret, cinema, balletti, come accade nella splendida cornice del celebre Fontanone del Gianicolo e a Villa Sciarra.

Siamo certi, tuttavia, che quel che maggiormente vi colpirà del nostro quartiere è la sua atmosfera unica: se vorrete passare del tempo a passeggiare senza meta nei dintorni del villino, vi scoprirete un po’ bambini, amerete sbirciare dietro alle siepi che cingono i giardini, vi inoltrerete in stradine pedonali che non sono segnate nella cartina della città, curioserete tra i banchi del piccolo mercato, scoverete ristorantini e adorerete sedervi ai tavolini delle meravigliose pasticcerie da noi tanto amate. Solo così potrete capire perché per noi, che viviamo qui da quattro generazioni, Monteverde Vecchio è tutto questo e molto, molto di più…